Pasticceria Tarnuzzer da 5 generazioni la vostra pasticceria a Vercelli

Pasticceria Tarnuzzer Oggi
Pasticceria artigianale

Il 13 Febbraio 1889 due cittadini svizzeri, Cristiano Taverna originario di Kublis, e Nicola Tarnuzzer, originario di Schiers, entrambi nel Canton Grigioni, rilevarono la pasticceria da Nicola Methier, pasticcere svizzero pluripremiato in patria, che nel milleottocento scelse Vercelli per proseguire la sua carriera.
Cristiano Taverna e Nicola Tarnuzzer erano pasticceri, confettieri e liquoristi e fecero conoscere i propri prodotti in Europa partecipando a varie esposizioni internazionali, vincendo tra l'altro il diploma con medaglia d'oro all'esposizione mondiale di Amsterdam nel 1895 e all'esposizione internazionale di Bruxelles nel 1897.

All'epoca, all'interno del locale vi era una sala da biliardo frequentata dagli appassionati tra cui vi era anche il Conte di Torino che comandava un reggimento di cavalleria a Vercelli. Per questo motivo Nicola Tarnuzzer chiese alla Casa Reale di fregiarsi del titolo di "Fornitore della Casa Reale", che gli fu concesso nel 1903.
Nel 1890 Nicola Tarnuzzer chiese il permesso a re Umberto I di esporre lo stemma reale sull'insegna del negozio; permesso accordato con un documento firmato dal Ministro Urbano Rattazzi.
All'esterno vi era un dehors in cui i cittadini vercellesi, oltre a degustare le specialità della casa, potevano trascorrere serate piacevoli ascoltando le musiche suonate nel Caffè Concerto, consuetudine poi interrottasi con lo scoppio della prima guerra mondiale.

Oggi come ieri

Colazioni

Oggi la pasticceria Taverna & Tarnuzzer continua la sua attività nella sede storica di Piazza Cavour. E’ passato più di un secolo ma l'atmosfera di fine Ottocento è ancora intatta, grazie anche all'arredamento originale che è stato in gran parte conservato.

La quarta generazione di casa Tarnuzzer prosegue con immutato amore la tradizione familiare, creando nuove specialità da affiancare ai bicciolani, i dolci tipici di Vercelli.

Antico ricevitore di cassa
Particolare del rubinetto d'epoca
Share by: